LIBERO - PARERI DIVERGENTI


Il sito di libero. E' qualcosa di vasto, bello per certi versi, brutto per altri. Non un assoluto piacere, non una delusione totale.
Intanto, non è solo un villaggio globale, è una vera e propria città, di gente che ci staziona ce n'è tanta, proababilmente la chat di libero è una delle più frequentate in assoluto, almeno tra quelle nazionali e non a pagamento.
Ma andiamo con ordine.
Libero è informazione. Ma non per me. Sinceramente credo che sia soprattutto gossip, foto e articoletti di fondo per fare quattro chiacchiere e sollevare polveroni, l'argomento sesso vende sempre, e dunque le notizie ruotano spesso e volentieri sullo scandalo, sullo scoop, sulla malizia a tutti i costi.
Insomma, come fonte d'informazioni, libero, non passa l'esame e l'insufficienza è anche abbastanza grave.
Le potenzialità ci sono, signora, ma non s'impegna..... non su questo fronte almeno....Dove libero invece lascia parecchio spazio all'utenza è nella possibilità di creare siti e blog con pochissimi clic, insomma, i programmi a disposizione sono studiati appositamente per rendere l'operazione facile anche a chi non abbia alcuna conoscenza dei linguaggi informatici più complessi.
L'iscrizione alla community di libero dà diritto non ad un solo nick name con relativo profilo, ma addirittura a sette. Qeusto significa, chiaramente, istigazione a mentire, perchè se proprio ci si vuole creare un alter ego, difficilmente lo si vorrà con le stesse caratteristiche della nostra personalità.....Inoltre a disposizione di ogni iscritto, una casella di posta elettronica, io non la uso molto, ma so che molti utenti, quelli che usano anche libero come provider di internet, si trovano molto bene perchè possono personalizzare molti dettagli del servizio.
Comunque, tornando alla community, se decidete di crearvi un blog, o comunque nella vostra "pagina personale" potrete inserire i video di libero, video musicali o di altro genere, video che, volendo, potrete andare ad inserire voi stessi, immagazzinandoli nel database di libero.
Il sito personale non l'ho ancora creato e dunque la mia esperienza è solo generica, ma sempre da confronti con altri utenti, è semplice da allestire e da gestire.Un punto che voglio approfondire e dunque mi riservo di "integrare" a questa mia opinione è verificare se c'è la possibilità di inserire banner pubblicitari esterni nei blog o nei siti, e dunque cercare di guadagnarci qualcosa, ma ho l'impressione che sia vietato. Se qualcuno di voi dovesse saperlo, sarebbe graditissimo un commento in questo senso, perchè molte persone decidono di farsi un sito sulla base delle reali prospettive di guadagno, e la pubblicità tramite banner è sicuramente la fonte primaria di questa formula. Cos'altro è libero? Provedier di servizi internet, motore di ricerca, forum, ruffiano certificato con il trovamore... e poi, si, fatemelo dire, chat....La chat di libero è qualcosa di incredibile, vi si annidiano tanti di quei pervertiti da risultare inverosimile, connettersi significa essere soggetti alle proposte più assurde e ridicole che, lo confesso, a volte mi fanno veramente sorridere. Non sono una fanatica della chat ma ho un paio di amici che non hanno msn (e sempre a ribadire che con il pc non hanno confidenza, che non si fidano ad installare programmi e altre storie del genere) e mi è capitato di entrarci. Se vi annoiate, fateci un giro, se site depressi, fateci un giro, capirete quanto in basso può scendere il genere umano e subito vi sentirete meglio...Fortunatamente uno degli strumenti della chat, e della community in generale, è quello di inibire i contatti indesiderati, per cui se "mipiaccionoletuescarpe" insisterà nel sapere la lunghezza del vostro piede (perchè mai il mondo è pieno di feticisti che adorano i piedi non l'ho ancora capito....) potrete scegliere di impedire a quel contatto di mandarvi messaggi. Ma non dimenticate, quel contatto può avere altri 6 alter ego......Lo so, su libero si potrebbe dire ancora molto di più, il sito è grande ed è pieno di strade e viuzze, ma sinceramente non avevo voglia di percorrerle tutte, la nausea mi ha fermata prima....
Aggiornamento del 13 novembre 2007
Alla luce della mia nuova esperienza con blogger ho definitivamente abbandonato il mio blog di libero. E vi spiego il perchè. I blog di libero sono completamente funzionali alla community di libero, community in cui io non mi identifico perchè troppo esplicitamente orientata verso conoscenze "virtuali" molto personali, insomma, più che un portale sembra un'agenzia matrimoniale, e io ho già una famiglia.....La visibilità dei siti è nulla, almeno se non si è molto attivi nel circuito della community, insomma, i blog sono un po' una sorta di prolungamento delle home page personali, rari quelli con i contenuti, frequenti quelli di fotografie e immagini, spesso discutibili.
Con blogger sono entrata a contatto con un mondo decisamente diverso di vivere i blog, il poter inserire la pubblicità e quindi usufruire di una forma di autofinanziamento autogratificante è un vantaggio che su libero non c'è, il monopolio del sito è assoluto, e forse questo dettaglio più che agevolare una mentalità indipendente, la rende ancor più vittima di se stessa, costringendola alla forma embrionale di diario virtuale con le potenzialità, si, ma inespresse.
Insomma, libero è provider di internet, e so tanto di gente soddisfatta quanto di molti "dannati" del servizio, libero è posta elettronica, è informazione, ed è anche community. Ma per quanto riguarda le potenzialità espressive della propria community, la mia impressione è che viva un po' di autarchia emozionale, che non si sforzi molto di "competere" nel mondo vasto e dilagante dei blogger e dei webmaster, un po' come un satellite dove la vita è dettata da orari e da regole tutte interne, in cui il confronto con l'esterno implica l'uscita dalla sfera della virtualizzazione, cosa che per molti corrisponde allo sgretolamento della realtà....

Nessun commento:

Sign by Danasoft - Get Your Free Sign