Cambiamenti su nextplora...e qualche perplessità

Nextplora è un sito di sondaggi online presente sul web da molto tempo e di cui avevo già parlato in questo post assieme ad altri programmi di sondaggi da me testati.
Alcuni mesi fa mi era arrivata una mail dove si annunciavano cambiamenti, il sito prometteva infatti un bonus di alcuni euro (10 se non sbaglio) purchè non si incassassero prima di giugno e siccome ultimamente ho ampliamente trascurato i sondaggi online, la cosa per me non era un problema.
Ora a distanza di mesi mi sono ricollegata e ho chiesto il pagamento dei miei introiti scoprendo però che la formula contanti via paypal è stata sostituita dai buoni presso negozi online convenzionati. Va beh, poco cambia, sfoglio i cataloghi e scelgo qualcosa che mi piace e che sia aquistabile con il mio "capitale" di 24 euro circa.
Ordino il buono e aspetto.
Al ritorno dalle ferie trovo l'email con la transizione, ovvero:


Modalità di pagamento scelta: buono
Portale scelto: Dmail
Importo lordo: 24,19 euro
Commissioni: 0,00 euro
Ritenuta alla fonte: 4,84 euro
Importo netto: 19,35 euro
Cordiali saluti.
Lo staff Nextplora

e una successiva email con la certificazione dei compensi per prestazioni occasionali.
Trattandosi di un buono spesa (di fatto non potevo richiedere il versamento dei contanti) perchè mi hanno mandato la certificazione dei compensi? E perchè applicare una ritenuta alla fonte del 10% quando il buono spesa è utilizzabile esclusivamente su acquisti che già implicano  l'iva, dunque una trattenuta alla fonte è già presente?
Insomma, sono alquanto perplessa su queste novità introdotte da nextplora.

Infine c'è da dire che l'ordine minimo da fare su Dmail, il portale che avevo scelto, è di 25 euro mentre il mio buono attuale non raggiunge i 20.

Staff di nextplora, qualcuno mi sa spiegare che cosa sono queste ritenute alla fonte e che cosa ci devo fare con questa ricevuta dal momento che io questi complensi non li ho mai avuti?

6 commenti:

Nextplora Idee&Opinioni ha detto...

Gentile panelista
Pur non avendoci contattato direttamente attraverso il nostro customer service creato appositamente per dar risposta alle vostre richieste o domande di chiarimenti, ti rispondiamo pubblicamente su questo blog.
Cominciamo dalla mail inviata il 15 marzo scorso.
In quella comunicazione abbiamo messo a conoscenza di tutti i nostri iscritti che stavamo modificando le modalità di pagamento, passando dal cash (sotto forma di bonifico bancario o paypal) all'emissione di buoni digitali spendibili sui portali con cui siamo attualmente convenzionati; anche questa modalità di pagamento rappresenta un cash, assimilabile ad un assegno digitale ma che per motivi di natura civilistica deve essere propriamente chiamato buono digitale.
Nella decisione del passaggio a questa forma di pagamento è stato determinante il largo gradimento espresso da un campione ampiamente rappresentativo del nostro panel, in un'indagine condotta alcuni mesi prima.
Tornando alla comunicazione abbiamo detto ancora che chi avesse aderito a questo passaggio entro una certa data avrebbe beneficiato di un bonus di 5€ oltre a non aver più applicata la commissione amministrativa di 5€ prevista dal precedente regolamento: in totale quindi un beneficio cumulato di 10€.
Ed è quello che correttamente tu hai indicato nel post, tant'è che hai accumulato la somma che hai riportato. In questo senso sei stata premiata così come tutti gli altri che hanno deciso di continuare a far parte del nostro panel.
Veniamo ai quesiti che ci poni.
Cominciamo dalla ritenuta alla fonte che è del 20%; questa imposta diretta, diversa dall'IVA, è dovuta allo stato in quanto voi rappresentate per noi dei collaboratori che occasionalmente rispondete ai nostri sondaggi fornendo le vostre opinioni. Noi siamo tenuti per legge ad applicarla e a versarla allo Stato.
Per quanto riguarda la certificazione dei compensi che riassume questi dati, anche questa è obbligatoria per la legge fiscale in vigore; nel vostro caso il compenso è rappresentato dal buono digitale, che come detto prima è assimilabile al cash.
Quindi per concludere la ritenuta si applica sui compensi percepiti e non sugli acquisti che poi con questi compensi saranno effettuati.
In questo senso non c'è stata una modifica tra la vecchia modalità di pagamento e questa nuova, poiché anche prima operavamo la ritenuta d'acconto.
Riguardo il cosa fare di questa ricevuta, abbiamo un apposito suggerimento nelle faq del nostro sito che ti invitiamo a consultare.
Ci auguriamo in queste poche righe di aver chiarito i tuoi dubbi pur comprendendo che la materia fiscale non è di facile intuizione. Noi dal canto nostro siamo tenuti ad applicare le norme in vigore, ed è per questo che se tu volessi altri chiarimenti su questo o su altri temi saremo ben lieti di risponderti.

Lo staff di Nextplora

Bblogger ha detto...

Grazie per la vostra risposta, staff di nextplora, il problema non è tanto l'intuizione della materia fiscale ma il fatto che altri panel di sondaggi "remunerano" se così si può dire con i buoni (ticket) spesa e dunque non hanno mai emesso alcuna ricevuta di fatturazione.Ora probabilmente il ticket (spendibile presso i negozi tradizionali) è diverso dal buono che voi emettete ma questo cambiamento (da paypal ai buoni) non mi sembra affatto conveniente e se l'avete fatto su richiesta di alcuni panelisti, quel sondaggio mi deve essere proprio sfuggito.
Personalmente trovo molto più comode e pratiche le formule via paypal o tramite ticket spendibili nei negozi tradizionali.
IL buono incassato, per esempio, non credo che avrò modo di spenderlo non raggiungendo il minimo per l'invio, dovrei in pratica pagare la differenza, seppur non comprando nulla io risulto avere guadagnato dei soldi che di fatto non ho.
Se il mio parere di panelista conta per voi, vorrei farvi presente la scomodità di questo nuovo sistema e invitarvi a valutare delle alternative più comode e pratiche di quelle che avete scelto.

Anonimo ha detto...

Ciao
mi ero iscritto tempo fa attraverso il tuo ref link e ho fatto parecchi sondaggi per netxplora, il pagamento però non l'ho ancora potuto chiedere.
I buoni elettronici non piacciono neanche a me e non capisco quale panelista potrebbe mai avere risposto "si datemi i buoni digitali invece dei contanti", mi sembra una bella bufala e mi rende molto più critico sulla serietà del sito e dei risultati dei sondaggi effettuati

ALBERTO ha detto...

Attenzione, la ritenuta di acconto giustamente valutata nel 20% della somma da pagare e' intesa sempre quando parliamo di denaro.Cambiare nel caso di prestazione occasionale ma anche in generale il qui pro quo finale, cioe' la cifra pattuita in danaro con altre fonti, nel caso buoni di consumo e' per legge un'alterazione di un vero e proprio contratto di lavoro,puo' essere fatto con il consenso bilaterale.Non puo' una parte decidere per l'altra il cambio di pagamento da euro a formaggi od altro.Per non farla lunga questi bellimbusti si affidano al fatto che l'esiguo compenso sia deterrente per azioni giudiziarie.La scorrettezza e' la base del loro agire. Ciao e complimenti per il blog.

Anonimo ha detto...

Sono dei truffatori come pensavo!

Claudia ha detto...

Posso confermare che Nextplora è una TRUFFA! Dopo anni passati a perdere tempo per ricevere pochi centesimi, dopo aver accettato tutto ciò che avete scritto sopra (ritenute d'acconto, buoni etc.) mi ritrovo ad aver LAVORATO per un progetto per le creme BEPANTHENOL, in 3 fasi, in cui ho inviato anche delle mi fotografie, per il quale ho perso molte ore...inizialmente hanno detto che chi era ammesso alle 3 fasi avrebbe percepito un buono di 25 euro...hanno fatto passare del tempo e solo dopo la mia richiesta di spiegazioni hanno detto che il numro dei miei contributi non raggiungeva la soglia minima di 90!!! Le regole non erano queste!

Sign by Danasoft - Get Your Free Sign