Pagano sempre i soliti? E' ora di dire basta!

Mi faccio portavoce, come forse avranno fatto in molti prima di me, di un'iniziativa che merita il massimo sostegno e la più ampia diffusione da parte di tutti. Sono letteralmente stufa di chi si lamenta per soddisfare il proprio istinto disfattista e poi, nel concreto, non agisce mai per cambiare le cose. Non vi chiedo di fare la rivoluzione, solo di leggere il comunicato stampa che vi copio (lo faccio per una questione di completezza di informazioni) e di andare a firmare nel vostro comune per ADEGUARE GLI STIPENDI DEI POLITICI ALLA MEDIA EUROPEA. 
Inutile aspettare che lo facciano loro, Monti non è diverso dai suoi predecessori e da quando si è seduto sulla sua poltrona ha guadagnato più di 70 mila euro. Però i sacrifici li chiedono sempre e solo a noi....
Una firma non costa nulla e una firma dopo l'altra possiamo fare in modo che la democrazia torni ad essere un valore rispettabile, e che il nostro paese torni ad essere il Nostro Paese e non solo più la Cosa Nostra dei soliti potenti.
Amici blogger, passate parola!

Inizia ufficialmente la raccolta FIRME per rendere illegale il trattamento privilegiato della classe politica
http://www.comunicatistampa.name/comunicati/inizia-ufficialmente-la-raccolta-firme-per-rendere-illegale-il-trattamento-privilegiato-della-classe-politica/Ai sensi degli articoli 7 e 48 della legge 25 maggio 1970 n. 352 la cancelleria della Corte Suprema di Cassazione ha annunciato, con pubblicazione sulla GU n. 227 del 29-9-2011, la promozione della proposta di legge di iniziativa popolare dal titolo: «Adeguamento alla media europea degli stipendi, emolumenti, indennita’ degli eletti negli organi di rappresentanza nazionale e locale».
L’iniziativa, nata in modo trasversale ai partiti e promossa dal gruppo facebook “Nun Te Regghe Più”, dal titolo della famosa canzone di Rino Gaetano, ha come obiettivo la promulgazione di una legge di iniziativa popolare formata da un solo articolo: “i parlamentari italiani eletti al senato della repubblica, alla camera dei deputati, il presidente del consiglio, i ministri, i consiglieri e gli assessori regionali, provinciali e comunali, i governatori delle regioni, i presidenti delle province, i sindaci eletti dai cittadini, i funzionari nominati nelle aziende a partecipazione pubblica, ed equiparati non debbono percepire, a titolo di emolumenti, stipendi, indennità, tenuto conto del costo della vita e del potere reale di acquisto nell’unione europea, più della media aritmetica europea degli eletti negli altri paesi dell’unione per incarichi equivalenti”

La raccolta firme viene effettuata tramite appositi moduli vidimati depositati negli uffici elettorali dei comuni italiani, qui l’elenco aggiornato in tempo reale dei comuni nei quali è già possibile andare a firmare:http://nunteregghepiu.altervista.org/comuni.htm

L’iniziativa è completamente autofinanziata dai promotori e dagli aderenti quindi la diffusione dei moduli potrà essere non omogenea, eventuali segnalazioni di comuni sprovvisti di moduli potranno essere effettuate direttamente nel gruppo facebook
http://www.facebook.com/groups/nunteregghepiu/ o all’indirizzo di posta elettronica legge.ntrp@gmail.com 

50.000 firme sono il minimo richiesto dalla legge per la presentazione della proposta, 80.000 sono il numero necessario per sopperire ad eventuali errori e anomalie di raccolta ma il vero obiettivo è quello di poter raccogliere le firme di tutti gli italiani stanchi di mantenere i privilegi di una classe politica capace solo di badare ai propri interessi personali.
Una firma non costa molto,
continuare a restare indifferenti costa molto di più.

Andate a firmare nel vostro comune e non fatelo da soli.

Da lunedì tutti i municipi sono attivi per la raccolta delle firme.
Ognuno di voi vada accompagnato almeno da 3/ 5 persone .
Parenti, amici , colleghi chi volete. Roma è la tana del lupo e abbiamo incontrato grandi problemi , rispetto al resto dell'Italia.

Vi invito a firmare con consapevolezza e senso del dovere, per il nostro bene , per i nostri figli, per il nostro Paese. Grazie

10 commenti:

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Purtroppo paghiamo sempre noi; l'iniziativa è ottima.

monica ha detto...

Questa iniziativa non la conoscevo, come sempre ottimi post ma soprattutto utili! ci vado di corsa.

Costantino ha detto...

Non posso che sperare che,per la riduzione dei costi della politica,sia finalmente la volta buona.

Ernest ha detto...

sempre gli stessi...

Mattia Grandi ha detto...

Scusate, faccio l'avvocato del diavolo; Completezza dell'informazione: Monti, a titolo personale mi risulta aver rinunciato alla retribuzione che gli spetterebbe, attualmente, sia come primo ministro che come ministro dell'economia... Dove avrebbe tirato quei 70.000 € di cui si parla all'inizio del post?
Tutto ciò ferma restando comunque l'approvazione per tutto ciò che ho letto...

Bblogger ha detto...

@ Mattia
Stai dicendo che Monti ci sta dando il colpo di grazia finale esclusivamente per piacere personale? Non mi serve una rinuncia volontaria al suo stipendio (personalmente non ci credo, soprattutto vista la varietà e l'entità degli interessi che ruotano intorno alla politica) ma leggi chiare che pongano dei limiti massimi a quanto possono guadagnare dalle loro posizioni ufficiali (il resto non è controllabile...).

Mattia Grandi ha detto...

@ Bblogger: sto solo dicendo che scrivere: "Monti non è diverso dai suoi predecessori e da quando si è seduto sulla sua poltrona ha guadagnato più di 70 mila euro." è quanto meno errato, poi condivido (come non si potrebbe?)quanto dici, indubbiamente si dovrebbe distribuire diversamente i famosi sacrifici... Francamente però, col berlusca ero già pronto al ritorno del mercato nero e delle tessere annonarie.

Bblogger ha detto...

@ Mattia
io non credo alle promesse politiche, se è vero che Monti non prenderà un centesimo da questo mandato pubblicherò formale rettifica quando vedrò un formale documento dove si dichiara che non ha percepito un centesimo... E' un po' come dire... creerò un milione di posti di lavoro. Intanto per quella posizione è riconosciuto un superstipendio, credo che sia importante calmierarlo, indipendentemente da chi lo percepisce. Grazie del commento :-)

Recenso ha detto...

D'accordissimo, sono proprio stufa di questa diversità.
Adeguiamo gli stipendi dei politici alla media, così davvero sapranno capire le esigenze del popolo che governano. Si mettano nei nostri panni una buona volta.

Bblogger ha detto...

@ RECENSO
e si sarebbe bello vederli nei nostri panni ma non credo che riusciremo ad arrivare a tanto, la mussolini ha minacciato il suicidio perchè con 5000 euro non potrebbe vivere. Io del resto sono a favore dell'eutanasia...

Sign by Danasoft - Get Your Free Sign