Consigli per scegliere l'email ideale e per evitare di essere sommersi dallo spam

Tantissimi siti offrono un servizio di e-mail gratuito, generalmente tutti molto professionali e personalizzabili per permettere agli utilizzatori di archiviare la propria posta in uno spazio web capiente e comunque rapido da caricare.
A volte però avere un indirizzo di posta elettronica non basta, le varie abitudini di navigazione rendono infatti necessario diversificarli per tutelare maggiormente la propria privacy. Capita infatti che, iscrivendosi anche a siti di ottima fama e serietà indiscussa, in qualche modo la nostra mail diventi di dominio di sponsor vari, diventando un ricettacolo di spam e pubblicità  più disparata. Per poter tutelare al meglio i propri messaggi importanti, è buona abitudine poter contare su almeno 2 (ma anche di più) indirizzi di posta elettronica da utilizzare diversamente.
Si può quindi distinguere un indirizzo di posta elettronica "riservato", a cui assoceremo una password complicata (parole abbinate tra loro, lettere, plurali improbabili, numeri e punteggiatura) da utilizzare per la corrispondenza più delicata, per scrivere alle persone che conosciamo meglio e per i servizi online più delicati, ossia quelli che hanno a che fare con i soldi e con i nostri dati più sensibili (paypal, carte di credito prepagate, conti di moneta elettronica, conti di investimento online ecc...).
Questo indirizzo sarà, come dire, quello più segreto. Meno persone lo conosceranno, meno probabilità avremo che qualcuno cercherà di violarlo.

Per le nostre abitudini di navigazione ordinarie potremo poi utilizzare un indirizzo ufficiale, utile quindi per scrivere agli amici, ai contatti, per richiedere informazioni ai siti che frequentiamo più assiduamente e di cui ci fidiamo.

Un terzo indirizzo (oppure un alias, affiancabile all'indirizzo ufficiale) potrà invece essere utilizzato per le iscrizioni a siti e servizi di cui non conosciamo nulla, per i forum, le mailing list e tutto quanto possa essere oggettivamente a rischio spam. Volendo ci sono siti che offrono una mail temporanea che scade dopo quindici minuti circa, da utilizzarsi ogni qual volta sia necessario iscriversi a un sito e confermare la propria iscrizione cliccando su un link inviato via mail.

Tra tutte le mail in circolazione, i migliori servizi sono quelli offerti da googlemail e yahoomail, apprezzati anche hotmail, liberomail (che personalmente non apprezzo perché mi invade di pubblicità e tende a scadere con troppa facilità), excite e  katamail.

1 commento:

sississima ha detto...

Grazie per i consigli, un abbraccio SILVIA

Sign by Danasoft - Get Your Free Sign