Avete mai visto un libro rilegato con pelle umana?

A Denver in questi giorni si sta esponendo un volume di poesie di John Milton rilegato con la pelle umana di un tale  George Cudmore, impiccato nel 1830 in seguito all'uccisione della moglie.
John Milton è stato uno scrittore e poeta inglese, vissuto tra il 1608 e il 1674, autore del Paradiso Perduto, considerato un "dramma cosmico" e dell'Areopagitica, fervido appello con cui sosteneva la libertà di stampa. Libertà si, ma fino ad un certo punto...la libertà dovrebbe stare nei contenuti, non nel contenitore...
L'uso della pelle umana non è comunque insolito come si potrebbe pensare, rilegare i libri con la pelle umana era un'abitudine piuttosto diffusa nella Francia pre rivoluzionaria, dove spesso gli atti processuali  si raccoglievano in volumi macabramente rifiniti con la pelle del condannato e non era neanche insolito che facoltosi e stravaganti personaggi decidessero di lasciare ai posteri le proprie memorie assieme alla propria pelle. Sono stati rinvenuti anche alcuni libri di anatomia rilegati con la pelle dei cadaveri dissezionati, mentre gli ultimi macabri ritrovamenti pare risalgano al periodo della seconda guerra mondiale, ultime testimonianze della barbarie dei nazisti perpretrata  nei campi di sterminio.

Molte sono le biblioteche che contengono alcuni di questi macabri libri, ma è capitato anche che alcuni volumi finissero all'asta, alla mercè di collezionisti particolari, come avvenne qualche anno fa con un libro del 1600 rilegato con la pelle di Henry Garnet, un gesuita condannato a morte con l'accusa di  avere partecipato al Complotto delle Polveri con cui si voleva uccidere re Giacomo I d'Inghilterra assieme a tutti i membri del parlamento inglese. Padre Henry Garnet aveva raccolto le confessioni di alcuni cospiratori e, rifiutandosi di rivelarle per difendere il diritto alla segretezza della confessione  era stato condannato e impiccato, tirato e squartato e la sua pelle consegnata allo stampatore reale che la utilizzò per rilegare un volume  intitolato "A True and Perfect Relation of The Whole Proceedings against the Late most barbarous Traitors, Garnet a Jesuit and his Confederats", tradotto in italiano "Un vero e perfetto rapporto sull'intero processo contro i fu molto barbari traditori Garnetm un gesuita e i suoi complici". Sulla copertina del volume, tra l'altro, era stata incisa l'immagine del condannato. Il libro è infine stato venduto per 5.400 sterline, deludendo le aspettative della casa d'asta che pensava di poter realizzare centinaia di migliaia di sterline dall'insolito reperto.

6 commenti:

Clau nel garage ha detto...

ti sei dimenticata di citare il leggendario Necronomicon!!! La Casa di Sam Raimi insegna! :-D

Bblogger ha detto...

@ cla
la mia esperta di settore dice che sono leggende, fidati è una che ne sa...

Bblogger ha detto...

@ cla 2
è precisa lei... :-)

Kylie ha detto...

Per carità! Io non ne vorrei uno in casa.

Un abbraccio e buona domenica!

Bblogger ha detto...

@ kylie,
a chi lo dici, credo che inorridirei all'idea di toccarlo...

giardigno65 ha detto...

incredibile !

Sign by Danasoft - Get Your Free Sign