BANCA MEDIOLANUM CONTO RIFLEX - LA MIA SCELTA PER MENO DI UN ANNO

Cari amici, qualche mese fa sono stato contattato da un mio ex collaboratore che ha iniziato la propria attività con banca mediolanum.

Come immaginabile, il predetto mi ha proposto di aprire un conto corrente presso mediolanum elencandomi una serie di mirabolanti condizioni che terminavano con la locuzione "gratuito". Non ho accettato e ho cominciato a cercare di vederci chiaro. In realtà, da tempo sono stanco del rapporto con la mia attuale tradizionalissima banca e soprattutto dello stillicidio di modifiche alle condizioni contrattuali che hanno reso il mio conto corrente una sorta di fondazione pro-banca da cui vengono spillati quattrini in continuazione per ogni accenno di movimento o anche se sto fermo e buono. Nonostante questo e nonostante le mirabilie descritte dal mio ex collaboratore non mi sono lasciato convincere facilmente. Ho analizzato quello che c'è in giro in materia di home banking e alla fine penso di essermi autoconvinto. Ho subito escluso fineco per via delle opinioni sempre più negative che continuano a fioccare per via di repentini, continui cambiamenti delle condizioni praticate.

Mi sono molto interessato, al contrario, ad iw bank (conto iw) che fino alla fine ritenevo fosse quella più vantaggiosa in assoluto: gratis quasi tutto oltre al bancomat e alla carta di credito, tassi di interesse molto alti (attualmente il 3,75% lordo), facilità e rapidità di apertura del conto... eppure, qualcosa non mi tornava, ecco in sintesi cosa: 7,5 euro per spese di invio estratto conto cartaceo, 2,5 euro per prelevamento o versamento di contanti o assegni agli sportelli convenzionati BPU, 1 euro per versamenti presso uffici postali, 3 euro per prelevamenti contanti agli sportelli postali; ma fin qui, forse, nulla di male. Il vero inghippo, a mio avviso, sta nel fatto che anche le operazioni effettuate tramite il call center con operatore hanno un costo! Infatti: 0,50 euro per identificazione accesso telefonico; 1 euro per richieste quotazioni, 5 euro per cambio dati, richiesta status pratiche, disposizioni di prelevamento contante, disposizioni di bonifici, disposizioni o revoche di domiciliazioni etc. E, anche operazioni effettuate al call center con risponditore automatico hanno un costo che va da zero a 0,20 euro. Mi sono colegato al sito ed ho chattato con un'operatore che mi ha confermato i suddetti costi giustificandosi col fatto che la iw bank è una banca on-line e che le operazioni gratuite sono solo quelle effettuate tramite collegamento internet. Insomma, se non si è esperti navigatori o se più semplicemente si vive in zone dove l'adsl fa le bizze addio operazioni! A questo si deve aggiungere che il conto effettivo è ad interessi zero e che solo se si attiva l'opzione Iw-power si possono trasferire dei fondi ad una sorta di conto deposito che frutta l'interesse del 3,75% reclamizzato. In poche parole il conto proposto da Iw bank è di fatto un doppio conto: uno è il classico conto corrente con il quale si fanno tutte le operazioni tipiche e che non frutta alcunchè e l'altro è un conto di deposito sul quale trasferire una parte del denaro per l'agognato 3,75%. Insomma Iwbank ha in sè una sorta di contoarancio o santander incorporato al normale cc, con in più la possibilità di attivare l'opzione iwpower 30-90-180. Quest'ultima opzione prevede la possibilità di destinare tagli da 1000 euro e multipli in investimenti in titoli di stato che, dato il maggiore vantaggio fiscale, consentono di ottenere rendimenti netti ancora più alti del tasso di interesse. Basta solo vincolarsi con le suddette somme per uno, tre o sei mesi. Insomma, un buon conto tutto sommato se non fosse per la dificoltà di accedere a prelevamenti o versamenti presso sportelli convenzionati BPU o Poste.
Banca Mediolanum invece, propone il conto riflex che ha un costo fisso annuo forfettario di 60 euro se non si hanno giacenze di minimo 6000 euro (ma chi è che tiene tanti soldi sul proprio cc?), non corrisponde interessi neanche se ci metti tutta la tua supervincita al superenalotto ma ha qualcosa di interessante: sono ricomprese nel canone suddetto di 60 euro oltre al bancomat, tutte le operazioni tipiche quali bonifici, rid, disposizioni, etc; prelievi e versamenti di contante restano gratuiti anche se effettuate agli sportelli convenzionati di Posta o Banca Intesa.
La vera differenza è che il conto riflex offre la possibilità di mantenere la gratuità (nei limiti del costo annuo suddetto) sia che si facciano operazioni attraverso il proprio pc che utilizzando l'operatore del call center. Vedete, avere la possibilità di chiamare ed essere ascoltati, la possibilità di recarsi presso uno sportello delle Poste o di Banca Intensa ed essere serviti senza pensare ad ulteriori costi è stata l'opzione che alla fine mi ha convinto. Senza parlare poi del servizio sms che vi avverte per ogni operazione effettuata sul c/c sempre ricompresa nel canone.
Penso che una home banking debba necessariamente offrire quest'ultimo servizio!
Ho comunque evitato di richiedere la riflexcard perchè ha costi esosi (30 euro anno), se utilizzata in modalità revolving vi munge interessi dell'ordine di 1,25% mensile (TAN 15% e TAEG 16,08%) e prevede commissioni sui rifornimenti di carburante. Insomma ho scelto il conto riflex senza la riflexcard e chiedendo ad altra organizzazione che la offre senza tutte quelle spese, la carta di credito. A questo abbinerei il classico conto arancio o santander per il deposito di somme di denaro da rendere fruttifere.

In conclusione conto riflex + carta di credito tipo barclaycard non revolving + conto deposito penso che siano il massimo dal punto di vista della flessibilità di utilizzo e del risparmio.
Grazie per l'attenzione e alla prossima.




Aggiornamento del 7.10.2007 - sto per chiudere il conto, torno alla banca sotto casa. Il conto funziona bene solo se accreditate lo stipendio e prelevate col bancomat. Una qualsiasi operazione di prelevamento o versamento contanti diventa una sorta di odissea. Se siete lontani da casa, perdete il portafogli e non ricordate i codici praticamente siete alla disperazione. Problemi anche con gli assegni, a volte vengono bloccati perchè dicono di non riconoscere la vostra firma: mai successo prima!

Allora, tradizionale!

Paolo



Ringrazio Paolo per questo suo contributo prezioso, vi invito a leggere anche i commenti sull'argomento, molte persone hanno voluto riportare le proprie testimonianze e ringrazio chi vorrà continuare a farlo.

19 commenti:

Anonimo ha detto...

sono un cliente soddisfattissimo di banca mediolanum, e i motivi che adduci per chiudere il conto, sono per me molto stupidi ed inverosimili... mai avuto problemi con assegni prelievi ed operazioni agli sportelli di poste e banca intesa...
Ti sveglierai un giorno, quando tornato alla tradizionale banca sotto casa, non capirai più dove finiscono i tuoi soldi

AUGURONI

EVELDO

Anonimo ha detto...

Boh ...anche io per ora sono soddisfatto del conto riflex , da un anno che lo uso . Interessi zero ma per la prima volta a fine anno non ho avuto spese di tenuta conto ....... e non è poco .

Anonimo ha detto...

sanpaolo zerotondo. E il conto migliore. costa zero. neanche i 60 euro l'anno. gratis sostanzialmente tutto operando via internet/telefono/cellulare. in filiale costano 2,5 euro le operazioni. Ma tanto non ci entrate praticamente MAI. Io sono soddisfattissimo, e la possibilità di andare in una filiale con persone in carne e osssa nel caso avessi dei problemi mi rassicura un casino. i conti on-line delle altre banche costano, non sono trasparenti, e devi affidarti ai CALL-CENTER!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Banca Mediolanum è sicuramente l' unica banca chiara e conveniente, ho smesso di fare la fila, non pago commissioni è molto comoda e per il rapporto qualità prezzo è la migliore in assuluto.

ROBERTA ha detto...

ROBERTA

SONO CLINTE DI BANCA MEDIOLANUM E SINCERAMENTE MI TROVO BENISSIMO, BHE SFIDO TROVATEMI UN CONTO MIGLIORE CON TUTTI I SERVIZI GRATUITI. VOLETE GIA' LA RISPOSTA? INESISTENTE...

IL MIO FAMILY BANKER E' MOLTO BRAVO E PREPARATO NON MI STRESSA ED E' MOLTO CORRETTO ED OCULATO NELL'INDIRIZZARMI RIGUARDO LE MIE SCELTE D'INVESTIMENTO.

GRANDE ENNIO DORIS CHE HO AVUTO IL PIACERE DI VEDERLO E SENTIRLO...

RAGAZZI NON SI SCHERZA, VEDRETE COSA DIVENTERA' MEDIOLANUM....

Giorgio ha detto...

Ciao Paolo
innanzitutto...
1)la carta Riflex costa 30€ all'anno come la maggior parte delle carte di credito, è un costo che non paghi a Mediolanum ma a Cartasì chi ti offre la carta gratuita lo fa perché sta facendo operazioni di acquisizione nel mercato.
2)la linea Revolving è una facoltà permessa dalla carta, se la vuoi usare bene è una tua scelta! Prova a vedere quali sono gli interessi delle carte revolving sul mercato, AGOS, CARTA AURA... vedrai che i tassi sono molto superiori a Mediolanum!
3) Le operazioni di versamento sono GRATUITE e molto facili presso Banca Intesa e tutti gli uffici postali con una flessibilità di orario che non hai con le banche tradizionali.
3) I codici sono 2 di 5 numeri ci vuole tanto a memorizzarli? In più sono personalizzabili per cui puoi mettere i codici che ti pare e che ricordi a memoria così hai risolto i problemi!
4) Nessuno ha mai contestato la firma di un mio assegno e ne avrò emessi almeno 100! Forse hai messo male la prima firma, basta firmare un pratico modulo di verifica e risolvi il problema!
5) Prelevamento contanti: puoi ritirare fino a 500€ al giorno col bancomat, perché dovrebbero servirti cifre maggiori? Nel caso fai un assegno o paga col bancomat, non è più facile e sicuro?
6) Guarda le altre banche: stanno cercando di copiare (senza successo) il modello di Banca Mediolanum, per esempio sai che per usare internet per le operazioni molte banche (Intesa, Unicredit...) ti fanno pagare un'abbonamento extra e applicano dei costi sulle operazioni
Fatti una bella chiaccherata e riponi fiducia nel tuo Family Banker io lo faccio da 5 anni e mi sono sempre trovato benissimo!

giadatea ha detto...

Sei molto preparato e grazie per il tuo interessante commento, solo non ho capito se da 5 anni riponi fiducia nel tuo family banker o se lo fai.

Giorgio ha detto...

non sono un Family Banker, faccio tutt'altro lavoro ma sono molto attento a chi racconta scemenze e chi no.
Il mio FB è uno anche molto attento alla concorrenza e ogni tanto ci facciamo 2 risate su quello che le altra banche mettono sul mercato.
Per esempio IW bank non ti dà la carta di credito e blocchetto di assegni neanche se ti ammazzi! io ho fatto il riflex e versando solo 500€ mi hanno mandato carta e 2 blocchetti di assegni.
Se vuoi chiedo al mio FB se vuole intervenire...
Ciao Giadatea, besitos!

giadatea ha detto...

Per Giorgio
Chiunque può intervenire con i commenti alle opinioni che pubblico, la maggior parte sono scritte da me tranne quelle sulle banche che mi sono state concesse da un amico di cui ho piena fiducia. Ho notato che l'argomento interessa molto, i commenti personali sono più frequenti su queste rispetto ad altri post anche più letti, se vuoi ti faccio una proposta diversa, mandami una tua opinione e io la pubblico come post dandole la stessa visibilità di questa e linkdandole per offrire un'informazione più ampia possibile ai lettori. Se poi il tuo family banker vuole commentare, è ben accetto anche lui, ma le opinioni ci tengo a mantenerle imparziali.
La mia mail è (antispam)
giadateaethotmailpuntoit

Anonimo ha detto...

I veri problemi di Mediolanum vengono fuori se avete dei capitali investiti. Abbiamo dovuto sostenere delle spese sanitarie impreviste, anche abbastanza alte, intorno ai 20.000 euri, per questo si è deciso di prenderli dalle riserve che da anni sono investite in prodotti Mediolanum. Impossibile averli. Si stanno opponendo in mille modi, per vizi di forma nella richiesta (nb, è uno stampato Mediolanum, c'è solo da firmare!!!), firme non conformi, ripresentate 3 volte. Ogni volta la pratica viene accettata e respinta al contempo, però non si chiede l'integrazione della qualcosa mancante o errata, si riparte ogni volta da zero. Ovviamente non si degnano di avvisare, è il cliente che dopo il termine massimo di dieci giorni promesso a pratica, non vedendo nulla richiama. A niente sono valse preghiere, urla, minacce di ritirare i capitali investiti (oltre 300.000), di giornalate, offese, azioni legali ecc. NIENTE.
Mediolanum ha un sistema per difendersi dai disinvestimenti, alzano il ponte levatoio e di quello che succede fuori non gliene può fregare di meno. Tenete conto che la mia famiglia, come non gli era accaduto nemmeno in tempo di guerra, si ritrova ad avere conti in sospeso col benzinaio e dal salumiere, oltre un mese di ritardo con la signora che lavora in casa.
Lamentandoci con amici, anche loro clienti della stessa banca, molti indirizzati da noi, hanno detto di avere gli stessi problemi e pure peggio. Un amico, per chiudere un conto del quale non aveva ormai ne assegni ne bancomat, ha dovuto aspettare 6 mesi per avere indietro gli ultimi 1000 euro. NON INVESTITE CON MEDIOLANUM!!!

Anonimo ha detto...

Mi sono dimenticato di dire che i 20.000 sono quelli che volevamo disinvestire con Mediolanum ma altri disinvestimenti abbiamo dovuto fare. Assicurazioni Generali ci ha reso una cifra analoga in 4 giorni, dal venerdi sera al lunedi mattina. Il tutto si commenta da se. NON INVESTITE CON MEDIOLANUM!!!

Anonimo ha detto...

Ultima nota poi tolgo il disturbo, la prima richiesta è stata inviata il 5 Aprile 2008, ancora nessuna risposta definitiva. Ringrazio per l'attenzione e vi lascio, devo andare a fare "l'urlata" quotidiana al call center Mediolanum. Devo parlare direttamente con loro perché sono arrivati ad insinuare che il family banker è un collaboratore esterno, non è Banca Mediolanum, quindi...

...quindi NON INVESTITE CON MEDIOLANUM!!!

giadatea ha detto...

che epopea! Spero innanzitutto che i problemi di salute si risolvano, e grazie per avermi portato la tua personale e preziosa testimonianza.

Anonimo ha detto...

Grazie Giadatea, i problemi di salute sono risolti.
Per Eveldo. Dici che "Ti sveglierai un giorno, quando tornato alla tradizionale banca sotto casa, non capirai più dove finiscono i tuoi soldi". Io un occhio sui soldi l'avevo aperto ma non è servito, se leggi sopra vedrai la nostra "epopea" come l'ha definita Giada, con Mediolanum. Per riavere i nostri soldi abbiamo deciso di ricorrere ad un avvocato, l'appuntemento è già preso. Al contrario, i nostri soldi fermi su un conto di una banca tradizionale (Mps), fermati da un vincolo, ossia mantenere sempre una cifra minima, hanno reso piu dei Bot e quando ne abbiamo avuto bisogno è bastato fare un assegno. Una signora che vende computer ha avuto una stessa identica esperienza con Fideuram, peggio ancora, senza interessi maturati durante la disputa, li avevano sospesi dalla richioesta di disinvestimento fino alla resa (Due anni). Però, in buona sostanza, dato che non posso dubitare di quello che dite, è vero a questo punto, come sostiene una amica che lavora proprio nelle stanze dei bottoni delle banche, "tutte le banche rubano sapendo di farlo". Quelle tradizionali e non. E' così.

blufabio1973 ha detto...

ho avuto modo di indagare a fondo per vederci chiaro nelle condizioni dei prodotti finanziari mediolanum.
Mi riferisco in particolare ai prodotti EUROPENSION nonchè ai fondi di diritto irlandese denominati CHALLENGE FUNDS.
Ebbene, dopo analisi approfondite e nonostante la totale reticenza del family banker, vi posso assicurare che sono prodotti del tutto INEFFICIENTI, COSTOSI E COON RENDIMENTI BEN AL DI SOTTO DEI COMUNI BENCHMARK
Un consiglio per finire: STATE ALLA LARGA DA MEDIOLANUM E DAI SUOI FAMILY BANKER!!!

marchetting ha detto...

In effetti dispongo di tale conto da un pò di anni e non mi ha dato problemi (confesso che è solo un conto d'appoggio di cose che non voglio far transitare sul mio c/c tradizonale). Adesso ho deciso di chiuderlo (a proposito come si fa??) e passare a qualcosa di ancora più leggero (un conto deposito vero e proprio)

Anonimo ha detto...

Ciao, posso dare il mio parere in quanto io ho due c/c, uno è con Banca Mediolanum, e l'altro e con Webank. Mediolanum lo uso solo perchè ho l'addebito delle rate del mutuo, non ho carta, e non uso assegni, se non proprio strettamente necessario. Inizialmente anche a me avevano "fregato" dicendomi che il c/c era gratuito, omettendo che c'era una soglia dei 6000 euro di giacenza, e così mi sono trovata a fine anno a pagare 60 euro!!! Ovviamente ho contattato il mio fb, che il qualche maniera ha cercato di risolvere il problema, e poi mi sono fatta cambiare immediatamente la tipologia del c/c, non avendo spese di alcun tipo, ma ovviamente neanche interessi attivi.
Il c/c di webank per me è il migliore, non ci sono spese di tenuta conto, solo il bollo che per legge è obbligatorio. La carta di credito ed il bancomat sono gratuiti, per le operazioni allo sportello posso appoggiarmi sia a BPM che a Banca di Legnano. Un tempo gli interessi attivi erano belli corposi, ultimamente il tasso ha avuto un calo notevole. Il c/c on-line di webank lo consiglio a chi vuole avere costi ridottissimi di c/c (si pagano solo le operazioni che si effettuano, tipo b.b. € 0,50) presso una banca che opera on-line da molto tempo.
Un saluto a tutti.

Bblogger ha detto...

Grazie per il tuo commento, anche per me iw bank è la proposta più interessante sul mercato, però parlando di spese (o di zero spese) ti linko un post che potrebbe interssarti,
suiblbanca
anche le spese di bollo risultano a carico della banca.

Bblogger ha detto...

@ marchetting,
chiudere il conto credo che sia una delle operazioni più complicate, dalle esperienze che ho sentito raccontare.
Ma chi la dura la vince...

Sign by Danasoft - Get Your Free Sign